PRENOTA ONLINE IL SOGGIORNO PER LA TUA VACANZA!
CERCA LA TUA NUOVA CASA/APPARTAMENTO
Vendita
Affitto

L'entroterra Ravennate

21/05/2015

A pochi chilometri dai Lidi Ferraresi troviamo la città di Ravenna. L'entroterra Ravennate è un territorio che offre risorse e bellezze di ogni genere, in grado di attrarre anche il turista che desidera una vacanza diversa dal solito soggiorno al mare.
Entroterra RavennateLa vacanza del turista più "intelligente" viene vissuta infatti come un momento di distacco dal mondo quotidiano e di scoperta di luoghi e mondi diversi, di nuovi percorsi e di nuove idee, per rigenerare la mente e non solo il corpo. La natura, la cultura e la tradizione offrono molti spunti nella provincia di Ravenna. Il territorio va dalle prime colline dell'Appennino fino alla costa, dove sorgono alcune delle zone umide più importanti d'Italia (la Valle delle Mandriole, Punte Alberete) che infatti si trovano all'interno del famoso parco del Delta del Po.
Queste zone sono uno dei pochi luoghi in Italia dove è possibile osservare una natura ancora selvaggia, in particolare molte specie di uccelli migratori che stazionano nelle zone umide. Nell'entroterra ravennate si trovano poi molti centri e borghi di origine medievale: Faenza merita una visita di una giornata intera per i suoi monumenti medievali ma anche, e soprattutto, per la sua magnifica produzione di ceramiche,testimoniata anche dalla presenza del più importante Museo della Ceramica in Italia. Altro splendido centro dell'entroterra è Riolo Terme, grazioso centro noto per le sue benefiche acque termali e che si sta dotando di centri benessere sempre più all'avanguardia.
E ancora Lugo e Bagnara di Romagna e la sorprendente Brisighella, con le sue eccentriche torri arroccate sulle colline, vi aspettano per svelarvi i loro tesori e le loro tradizioni. Una gita tra questi centri della tradizione può diventare anche un perfetto itinerario di scoperta enogastronomica dell'entroterra, tra piadine farcite con i salumi locali, cappelletti innevati di grana padano e innaffiati con un buon bicchiere di Sangiovese o Trebbiano.